Home Archivio delle voci  
  GIARDINI DELLA MEMORIA   MEMORIA OVER 90   CATTURARE LE STORIE   CAPITANI DI IMPRESA   LUCE E BUIO   Studenti Unibo '38-'45   Pescopennataro   SENSO LUOGHI          
Ecofox

Università di Rimini
ENGLISH
CONTATTI
PUBBLICAZIONI
CREDITS
ATTIVITA'
CERCA DATABASE
   

06 / UNIVERSITA' E FASCISMO.
Studenti dell’Alma Mater, 1938-1945
Studenti Unibo argomenti interviste
Brano tratto dalla testimonianza di Franchi Scarselli Guglielmo:

La guerra è una faccenda seria
[…] Vi racconto un piccolo episodio: noi avevamo questa bella villa, se la volete vedere, è [nella foto] in alto a sinistra, adesso è distrutta, all’Osteria Grande. Era la villa Scarselli. I tedeschi la occuparono perché gli americani erano arrivati a Montecalderaro, cioè 3-4 km verso la collina, cioè gli americani erano alla punta più avanzata, noi eravamo più sotto. Per cui prese le cannonate. C’erano dei mobili, c’era qualcosa, bisognava cercare di salvarla. Riuscimmo ad avere una scorta di un feuerpolizei, polizia tedesca militare, un uomo, degli amici ci riuscirono a farcelo avere. Con un carro tirato da due buoi, due mucche per essere esatti, partimmo da Bologna a piedi, sono 16 km, e andammo là, andai io con questo tizio, questo contadino, a vedere se si trovava qualcosa. Poca roba ho trovato, ho portato via delle porte, sono tornato indietro tutto in un giorno. Arriviamo al ponte di Idice, era mezzo sbrecciato ma era ancora in piedi, l’avevano bombardato varie volte ma del tutto non l’avevano buttato giù. Stava tramontando il sole, lì c’era la guardia tedesca e non ci lasciano passare. Tanto che io ho protestato e questo militare, questo soldato, mi da uno schiaffo. Io mi ricordo che stetti zitto, non ho reagito. Dietrofront, torniamo, perché si saliva un po’. Quando siamo in cima vediamo che cambia la guardia allora quel militare che ci conosceva dice “Riproviamo” e ci ha lasciato passare. Siamo arrivati a Bologna tranquilli. Queste è una piccola avventure forse ma uno non riesce a capire come si poteva vivere allora, com’era diversa la vita. Poi io sono stato fortunato perché, vi dico, avevamo le mucche in casa, ci davano il latte quanto meno. Nel giardino c’era una pila di fieno, insomma… La guerra è una faccenda seria […].

Dati intervista
   
< Torna a elenco
Cognome Nome
Guglielmo Franchi Scarselli
Mestiere svolto
Ingegnere
Anno di nascita
1921
Data intervista
28/01/2011
Luogo di nascita
Bologna (BO)
Durata intervista
90 min
Trascrizione
SI
 
 
Collocazione
Studenti Unibo - casn15-16

Guarda il video

Installa Adobe Flash Player 9


Palazzo Cassi, Piazza della Vittoria n. 9 / 61039 San Costanzo (PU) / laboratoriodimemorie@gmail.com